Wendy? Sono a casa, amore! #Shining#

drammatico

Home recensioni drammatico

Belfast – Il ricordo d’infanzia di Kenneth Branagh

Buddy (Jude Hill) è un bambino di nove anni a Belfast nell'agosto del 1969. Un Jojo Rabbit che osserva con occhi curiosi i “Troubles” e...

Il collezionista di carte (The Card Counter) – La recensione

Il collezionista di carte (The Card Counter) è una delle opere più intimamente schraderiane scritte e dirette da Paul Schrader. La pellicola si inserisce nel...
The Batman

The Batman – quando il cinecomic diventa d’autore

Matt Reeves riesce nel compito non banale di dare una propria identità all’ennesima incarnazione su pellicola dell’uomo pipistrello. La lontananza dall’ultimo Batman - un convincente...

Il Legionario, potente opera prima che non si dimentica – La...

Daniel è l'unico poliziotto di colore nel reparto antisommossa di Roma. Riesce a tenere separato lavoro e i suoi familiari, fino a quando un...

Gli occhi di Tammy Faye – La recensione

Il fondamentalismo capitalista e quello biblico in America hanno sempre camminato di pari passo. Non è un caso che Gli occhi di Tammy Faye biopic...

House of Gucci – Tra operetta kitsch e tragedia shakespeariana

  Per parlare di questo attesissimo film di Ridley Scott partiamo da un personaggio ai margini del film ma essenziale nella storia della maison, ed...

America Latina – La Recensione

I fratelli D’Innocenzo stregano e disturbano: si resta dopo i titoli di coda, inebetiti, quasi ad attendere una scena post-credits, ovviamente assente, rivelatoria. Il gioco...

Il bar delle grandi speranze (The Tender Bar) – La Recensione

“Se non riesci a essere straordinario seguendo la via diritta, non ce la farai mai seguendo quella storta.” Le Grandi Speranze di Charles Dickens sono...

The King’s Man, il divertimento è servito – La recensione

Una mente criminale pianifica di annientare milioni di persone e, appoggiato da un gruppo di personalità influenti, fanno innescare la Prima Guerra Mondiale. Sarà...

Matrix Resurrections – La Recensione

“Nulla placa l'ansia come la nostalgia” Matrix Resurrections è un déjà vu, ma non inteso come revisione in corso del codice, ma dell'intero universo Matrix....