E d’un tratto capii che il pensare e’ per gli stupidi, mentre i cervelluti si affidano all’ispirazione #Arancia meccanica#

InstaCult

Un instacult è un cult instantaneo: che sia famoso, o sconosciuto a molti, un film capace di diventare un cult, invecchiando negli anni meglio di noi!

InstaCult

Home Rubriche InstaCult
Un instacult è un cult instantaneo: che sia famoso, o sconosciuto a molti, un film capace di diventare un cult, invecchiando negli anni meglio di noi!

Spettatori della propria miseria: Synecdoche, New York di Charlie Kaufman (2008)

“Sineddoche: procedimento linguistico espressivo, e figura retorica tradizionale, che consiste nel trasferimento di un significato da una parola a un’altra in base a una...

Il Dio del Massacro: Carnage di Roman Polanski (2011)

Un ragazzino spacca i denti ad un altro. I genitori dei due si incontrano a casa della vittima per sistemare le cose in modo...
Cosmopolis

Cosmopolis- recensione del film di David Cronenberg

Tratto dall'omonimo romanzo dello scrittore italo-americano Don DeLillo, ''Cosmopolis'' è un film del 2012 diretto dal maestro del body horror David Cronenberg. Cronenberg, con ''Cosmopolis'',...

Vampiri anticlericali: Fantasie di una tredicenne di Jaromil Jireš (1970)

Su internet spesso si fa ironia sulle scarsissime qualità dell’Italia di adattare titoli di film esteri. L’esempio più, giustamente, citato e deriso è quello...

Colossal: non il solito monster / dramedy / romance movie

Colossal ci gioca la sua carta più originale nel materiale pubblicitario; forse non è spoiler se non lo si scrive, ma qualsiasi locandina /...

Silence – di Martin Scorsese (2016)

Articolo a cura di Andrea Giostra Pochi occidentali sanno che uno dei più grandi massacri di cristiani della storia della Chiesa Cattolica sia avvenuto in...

Antinatalismo e arte: Eraserhead di David Lynch (1977)

Talvolta è impossibile parlare di arte in maniera oggettiva. Certe opere richiedono necessariamente che l’Io del fruitore si insinui nella loro essenza, alla ricerca...

L’azione invisibile: Le iene di Quentin Tarantino (1992)

Il 1992 è stato un anno ricco di film molto validi: tra i tanti, possiamo ricordare Porco Rosso di Hayao Miyazaki, L’ultimo dei Mohicani...

L’arte del disturbo mentale: Salad Fingers di David Firth

Il mondo di internet ha regalato moltissimi prodotti ridicoli e disturbanti in senso negativo (vi dicono nulla Nyancat o Gangnam Style o, ancora, “Estateeee”?)...

Quando l’artista non è un artista: Il Grande Capo di Lars...

Lars von Trier è divenuto celeberrimo per il suo stile estremamente provocatorio, per una regia molto frammentaria, fatte le dovute eccezioni, ed un montaggio...

ULTIME NEWS