Home Speciale Approfondimenti Speciale Halloween: Le streghe di Eastwick

Speciale Halloween: Le streghe di Eastwick

Il buon Miller (che non potremo mai ringraziare abbastanza) nel 1987 ci regala una commedia piacevolmente dissacrante, con un cast davvero in forma: le streghe di Eastwick ci mostra la vita di tre donne della tipica small town che sembrano, stranamente, poter pegare gli eventi alla loro volontà se lo desiderano tutte insieme. Direi che il titolo è sufficientemente spoilerante, no?

Quando il trio si troverà a parlare dell’uomo perfetto, neanche a dirlo, questo si materializzerà nel corpo e le sopracciglia di Jack Nicholson, lo straniero Daryl (anche qui, il nome dice molto), che ammalierà tutte e tre in tempo record.

La potenza de Le streghe di Eastwick è in buonissima parte nel cast: Nicholson è praticamente nato per un ruolo simile, e tutte le scene potenzialmente ridicole e grottesche grazie a lui hanno assolutamente senso in termini di divertimento e presenza, lasciandovi un sorriso beffardo come il suo per tutta la visione; e certamente avere Cher, la Sarandon e Pfeiffer nella stessa scena, bellissime – anche se sotto peso! – totalmente in parte e, crediamo, divertitesi quanto noi nei panni dei loro personaggi, non fa altro che trasmettere un’alchimia nella pellicola senza eguali. Alchimia che raggiunge picchi notevoli, come nella scena avente ‘Nessun dorma‘ come sottofondo: una premessa ridicola sulla carta porta invece a un risultato brillante.

Le streghe di Eastwick è sì una commedia, ma dai toni decisamente dark: non solo per linguaggio e ammiccamente sessuali abbastanza spinti del buon Daryl; alcune delle magie nere del film sono abbastanza impressionanti, più che ispirate all’ Esorcista in alcuni punti.

twoe-jm3
Una donna fatta coerenza

Certamente non parleremo di un capolavoro, ma Le streghe.. è dannatamente divertente, irriverente, lasciandosi amare per un cast in stato di grazia e che su questa grazia basa tutta la sua forza: non a caso, l’unica parte in cui invecchia male è il finale di effetti speciali.

In definitiva, assolutamente da vedere, come riscaldamento per Halloween!

Articolo precedenteMe and Earl and the Dying Girl
Articolo successivoAve, Cesare! Il trailer del nuovo lavoro dei Coen
Dr.Gabe
Direttore e Fondatore

Il lavoro e la vecchiaia incombono, ma da quando ho memoria mi spacco di film di fantascienza, dove viaggio di testa fino a perdermi, e salto in piedi sul divano per dei tizi che si menano o sparano alla gente come fossero birilli. Addolorato dalla piaga del PG­13, non ho più i nervi per gli horror: quelli li lascio al collega, io sono il vostro uomo per scifi, azione e film di pistolotti metacinema/mental/cose di finali tripli.