Ma dici a me? Ehi con chi stai parlando? Dici a me? #Taxi Driver#

Home news The Boys: Karl Urban svela quale è stata la giornata più frustrante...

The Boys: Karl Urban svela quale è stata la giornata più frustrante sul set della seconda stagione

Le riprese della seconda stagione di The Boys hanno, in più occasioni, messo in difficoltà gli attori e Karl Urban, interprete di Butcher, ha ora svelato quale è stata la giornata più frustrante vissuta sul set.

L’attore, intervistato da The Playlist ha infatti raccontato che realizzate il season finale è stato più complicato del previsto a causa di una lunga pausa che lo ha costretto, insieme a Shantel VanSanten a dover aspettare molte ore prima di tornare davanti alla telecamera.

Urban ha svelato parlando della scena della morte di Becca:

Se devo essere totalmente onesto, quella è stata probabilmente una delle giornate più frustranti della seconda stagione di The Boys perché abbiamo girato parte della sequenza durante la mattinata e poi abbiamo dovuto fermare le riprese che vedevano coinvolti Butcher e Becca, volevano girare i momenti con Patriota e Stormfront perché Aya Cash era nel suo costume prostetico ed era rimasta al trucco per cinque ore e, per il suo benessere e la sua sanità mentale, la priorità era farla arrivare sul set e farle finire il lavoro il più presto possibile.
E quel trucco ha una sua durata.

Karl ha quindi aggiunto:

Abbiamo dovuto mettere da parte la scena della morte con Becca e Butcher.
E quando siamo finalmente ritornati sul set per girarla era la fine della giornata, non potevamo perdere la luce giusta e avevamo a disposizione due ciak.
Ma si tratta di una di quelle situazioni in cui devi dare il massimo, hai due possibilità per girarla nel migliore dei modi.
Sono semplicemente grato in modo incredibile perché avevo in Shantel una partner di una tale bravura che ha permesso di ottenere la performance di cui avevamo bisogno in un periodo di tempo davvero limitato.

Le riprese della seconda stagione di The Boys hanno, in più occasioni, messo in difficoltà gli attori e Karl Urban, interprete di Butcher, ha ora svelato quale è stata la giornata più frustrante vissuta sul set.
L’attore, intervistato da The Playlist ha infatti raccontato che realizzate il season finale è stato più complicato del previsto a causa di una lunga pausa che lo ha costretto, insieme a Shantel VanSanten a dover aspettare molte ore prima di tornare davanti alla telecamera.

Urban ha svelato parlando della scena della morte di Becca:

Se devo essere totalmente onesto, quella è stata probabilmente una delle giornate più frustranti della seconda stagione di The Boys perché abbiamo girato parte della sequenza durante la mattinata e poi abbiamo dovuto fermare le riprese che vedevano coinvolti Butcher e Becca, volevano girare i momenti con Patriota e Stormfront perché Aya Cash era nel suo costume prostetico ed era rimasta al trucco per cinque ore e, per il suo benessere e la sua sanità mentale, la priorità era farla arrivare sul set e farle finire il lavoro il più presto possibile.
E quel trucco ha una sua durata.

Karl ha quindi aggiunto:

Abbiamo dovuto mettere da parte la scena della morte con Becca e Butcher.
E quando siamo finalmente ritornati sul set per girarla era la fine della giornata, non potevamo perdere la luce giusta e avevamo a disposizione due ciak.
Ma si tratta di una di quelle situazioni in cui devi dare il massimo, hai due possibilità per girarla nel migliore dei modi.
Sono semplicemente grato in modo incredibile perché avevo in Shantel una partner di una tale bravura che ha permesso di ottenere la performance di cui avevamo bisogno in un periodo di tempo davvero limitato.

L’attore, ovviamente, ritornerà sul set per girare le puntate della terza stagione e ha anticipato:

Ho letto quattro degli script, quindi un’idea piuttosto buona della direzione che sta prendendo la storia, ma non ho ancora visto nulla per quanto riguarda la seconda metà della stagione.

Creata da Kripke, e prodotta a livello esecutivo da Seth Rogen ed Evan Goldberg, The Boys vede per protagonisti Karl UrbanJack QuaidAntony Starr, Erin Moriarty, Jessie T. UsherLaz Alonso, Chace CrawfordTomer Capon, Karen Fukuhara e Aya Cash.

La serie è tratta dall’omonimo fumetto di Garth Ennis e Darick Robertson e mostra un mondo popolato da supereroi molto amati dalla gente, tutti gestiti da un’azienda, la Vaught.
Ogni Super ha delle peculiarità, ma tutti hanno una cosa in comune: non sono ciò che sembrano, perché — a tratti — piuttosto che essere corretti e leali tendono a comportarsi come dei villain.
Per contrastare e punire sia l’azienda alle loro spalle che i Super degli ex agenti rimettono insieme la loro squadra, i Boys.