Home news Colin Firth entra nel cast del sequel di Mary Poppins: Mary Poppins...

Colin Firth entra nel cast del sequel di Mary Poppins: Mary Poppins Returns

Mary Poppins

Colin Firth è entrato a far parte del cast di Mary Poppins Returns, sequel del disneyano film del 1964 diretto da Robert Stevenson.

L’attore, che andrà ad affiancare due star del calibro di Emily Blunt Meryl Streep, interpreterà il ruolo di William Weatherall Wilkins, presidente della Fidelity Fiduciary Bank, in cui lavorava il padre di Jane e Michael ora adulti.

La pellicola diretto da Rob Marshall sarà ambientato nella Londra della Grande Depressione, 20 anni dopo il primo film, e sarà basato sulle nuove avventure di Mary Poppins e della famiglia Banks scritte da Pamela L. Travers.

La storia segue Jane e Michael Banks oramai diventati adulti che, dopo una grave perdita, accolgono in casa Mary Poppins. Attraverso le sue doti magiche, e con l’aiuto del suo amico Jack, Mary aiuterà la famiglia a riscoprire la gioia delle loro vite.

Colin Firth è ancora nei nostri cinema con Bridget Jones’s Baby e nel corso del 2017 sarà sugli schermi con il sequel di Kingsman intitolato The Golden Circle.

La data d’uscita statunitense di Mary Poppins Returns è stata fissata dalla Disney al 25 dicembre 2018.

Articolo precedenteThe Batman: Joe Manganiello dichiara quando partiranno le riprese
Articolo successivoPatriot’s Day: Mark Wahlberg nel primo trailer del film sull’attentato di Boston
Zeno
Chief editor e Co-fondatore

Cresciuto a massicce dosi di cinema, fin da giovane età veniva costretto dal padre a maratone e maratone di Spaghetti-Western. Leggenda narra che la prima frase di senso compiuto che uscì dalla sua bocca fu: “Ehi, Biondo, lo sai di chi sei figlio tu? Sei figlio di una grandissima……” Con il passare del tempo si è evoluto a quello che è oggi: un cinefilo onnivoro appassionato di cinema in ogni sua forma che sia d’intrattenimento, d’autore o l’indie più estremo. Conteso da “Empire”, “The Hollywood Reporter”, “Rolling Stone”, ha scelto Jamovie perché, semplicemente, il migliore tra tutti.