WONDER WOMAN

Oltre ad una nuova immagine di Justice League, Entertainment Weekly pubblica un’altra foto di un cinecomic DC: stiamo parlando di Wonder Woman.

Nella foto vediamo la principessa amazzone Diana, interpretata da Gal Gadot, rubare  la spada God Killer.
Quest’attimo sancisce la decisione della giovane di entrare in guerra per salvare l’umanità.

WONDER WOMAN

Diretto da Patty Jenkins Wonder Woman debutterà nelle sale italiane il 1 giugno 2017.

Nel cast Gal Gadot, Chris Pine, Connie Nielsen, Robin Wright, David Thewlis, Danny Huston, Elena Anaya, Ewen Bremner e Saïd Taghmaoui.

La sinossi:
Wonder Woman sbarcherà nelle sale di tutto il mondo la prossima estate e Gal Gadot tornerà a vestire i panni della protagonista nell’epica avventura diretta da Patty Jenkins. Prima di essere Wonder Woman, lei era Diana, la principessa delle Amazzoni, addestrata per essere un guerriero invincibile. Cresciuta su un’isola paradisiaca protetta dal mondo esterno, tutto cambia quando un pilota americano rimane bloccato sulle loro rive e racconta di un conflitto enorme che infuria nel mondo esterno. Diana decide di lasciare la sua casa convinta che possa fermare quella minaccia. Combattendo al fianco dell’uomo in una guerra che spera possa porre fine a tutte le guerre, Diana scoprirà tutti i suoi poteri e il suo vero destino.

 

Fonte: EW

Articolo precedenteJustice League: Batman, Wonder Woman e Flash in una nuova foto
Articolo successivoOceania – La recensione
Fara
Redattore

- Il cinema per me è come un goal alla Del Piero, qualcosa che ti entra dentro all'improvviso e che ti coinvolge totalmente. È una passione divorante, un amore che non conosce fine, sempre da esplorare. Lo respiro tutto o quasi: dai film commerciali a quelli definiti banalmente autoriali, impegnati, indipendenti. Mi distinguo per una marcata inclinazione al dramma, colpa del Bruce Wayne in me da sempre. Qualche gargamella italiano un tempo disse che di cultura non si mangia, la mia missione è smentire questi sciacalli, nel frattempo mi cibo attraverso il cinema, zucchero dolce e amaro dell'esistenza -