Home news Watchmen: la serie è un successo e il passaparola è l’ingrediente principale

Watchmen: la serie è un successo e il passaparola è l’ingrediente principale

Watchmen sta facendo faville con gli ascolti negli Stati Uniti, a conferma che il passaparola può davvero aiutare una serie televisiva a diventare un vero e proprio successo.

Secondo quanto riportato da VarietyHBO ha attirato una media di 7.1 milioni di telespettatori attraverso tutte le piattaforme, tra i canali lineari e lo streaming.
Questa media è stata fatta includendo tutti e sette gli episodi andati in onda finora (ne rimangono ancora due). Inoltre, i rating di HBO indicano che Watchmen è la nuova serie più popolare tra i canali via cavo del 2019 e la serie più vista tra le nuove proposte sin da Big Little Lies.

Il settimo episodio An Almost Religious Awe è andato in onda domenica 1 Dicembre e ha ottenuto 779,000 telespettatori durante la sua prima messa in onda (il sesto era stato seguito da 620,000 telespettatori).
Si è trattato del miglior risultato ottenuto dalla serie sin dalla sua premiere, che era stata seguita dallo stesso numero di telespettatori, cresciuto poi a 1.2 milioni con l’aggiunta delle visioni non lineari della domenica.

Visti i risultati che la serie sta ottenendo, non ci stupiremmo se Lindelof cambiasse idea e decidesse di produrre una seconda stagione.
Watchmen porta la firma di Damon Lindelof, la serie tv è stata ideata come un nuovo approccio alla graphic novel di Alan Moore e Dave Gibbons, come si può vedere anche dal trailer.
Nel cast figurano Don Johnson, Robert Redford, Regina King, Tim Blake Nelson, Louis Gossett Jr., Adelaide Clemens, Andrew Howard, Yahya Abdul-Mateen II, Sara Vickers, Tom Mison, Hong Chau e Jeremy Irons.
Trent Reznor e Atticus Ross si occupano della colonna sonora.

Articolo precedenteThe Politician: dall’autore di American Horror Story, una serie su politica e sessualità
Articolo successivoThe Boys: il primo teaser trailer della seconda stagione
Il Biondo
Capo Redattore e Co-fondatore

Grande amante del cinema, e questo è scontato dirlo se sono qua :­) Appassionato da sempre del genere horror, di nicchia e non, e di film di vario genere con poca distribuzione, che molto spesso al contrario dei grandi blockbuster meriterebbero molto più spazio e considerazione; tutto ciò che proviene dalle multisale, nelle mie recensioni scordatevelo pure. Ma se amate quelle pellicole, italiane e non, che ogni anno riempono i festival di Berlino, Cannes, Venezia, Toronto, e dei festival minori, allora siete capitati nel posto giusto.

‘Rest..In..Peace’