Suicide Squad

Forse se il prodotto vi piacerà farete fatica a staccarvi dalle poltrone: dal 13 agosto non fatelo comunque, è stato confermato che Suicide Squad avrà una scena post-credits.

Si tratta di quella zona chiamata “bumper”, dopo la parte dei titoli a scorrimento che precede i crediti in bianco su sfondo nero. Sarà una sequenza importante. Quindi avremo la prima scena dopo i titoli di coda dell’Universo Cinematografico DC, elemento caratteristico dei cinecomic Marvel che spesso utilizzano anche gli spazi dopo tutti i crediti per inserire una breve scena.

Nel frattempo Jared Leto dal suo profilo Instagram ci regala qualche nuovo scatto del film: una su tutte mostra l’intimità tra Harley Quinn quando ancora era una psichiatra e il Joker.

“hello doctor…” Exclusive never before seen photo courtesy of @suicidesquadmovie #joker #harleyquinn @margotrobbie

Una foto pubblicata da JARED LETO (@jaredleto) in data:

Here’s another new one 💚🐊🍏🐍🌲🌵@suicidesquadmovie #joker Una foto pubblicata da JARED LETO (@jaredleto) in data:

🐊🍏💚🌵🔋📗

Un

a foto pubblicata da JARED LETO (@jaredleto) in data:

Vi segnaliamo anche due divertenti video che vedono protagonisti Margot Robbie e Will Smith, ospiti del Jimmy Fallon Show. L'attore parla della sua reazione sul set alla vista della Batmobile.

Scritto e diretto da David Ayer il cast comprende Will Smith, Jared Leto, Margot Robbie, Joel Kinnaman, Viola Davis, Scott Eastwood, Jai Courtney, Cara Delevingne, Adewale Akinnuoye-Agbaje, Adam Beach, Karen Fukuhara, Jay Hernandez, Ben Affleck.

Fonte: CB

Articolo precedenteVenimmo, vedemmo, e senza indugio… Ghostbusters 2016
Articolo successivoStar Trek la serie: le nuove storie su Netflix nel 2017
Fara
Redattore

- Il cinema per me è come un goal alla Del Piero, qualcosa che ti entra dentro all'improvviso e che ti coinvolge totalmente. È una passione divorante, un amore che non conosce fine, sempre da esplorare. Lo respiro tutto o quasi: dai film commerciali a quelli definiti banalmente autoriali, impegnati, indipendenti. Mi distinguo per una marcata inclinazione al dramma, colpa del Bruce Wayne in me da sempre. Qualche gargamella italiano un tempo disse che di cultura non si mangia, la mia missione è smentire questi sciacalli, nel frattempo mi cibo attraverso il cinema, zucchero dolce e amaro dell'esistenza -