Alessandro Borghi Suburra

Con l’inizio delle riprese, Netflix ha svelato il cast che comporrà Suburra, prima serie italiana prodotta dal servizio streaming basata sul romanzo di Giancarlo De Cataldo e Carlo Bonini che debutterà nel 2017.

Scritta da Daniele Cesarano e Barbara Petronio con Ezio Abbate, Fabrizio Bettelli e Nicola Guaglianone, vede alla regia  Michele Placido (Romanzo Criminale, Vallanzasca – Gli angeli del male), Andrea Molaioli (La ragazza del lago) e Giuseppe Capotondi (La doppia ora).

Nel cast troviamo Francesco Acquaroli (Pasolini) nel ruolo di Samurai, Alessandro Borghi (Suburra – Il film, Non essere cattivo) interpreterà Numero 8, Adamo Dionisi (Suburra – Il film) come Manfredi Anacleti, Giacomo Ferrara (Suburra – Il film) sarà Spadino Anacleti, Claudia Gerini (La passione di Cristo, Non ti muovere) nei panni di Sara Monaschi, Filippo Nigro (La finestra di fronte, A.C.A.B – All Cops Are Bastards) come Amedeo Cinaglia e Eduardo Valdarnini (Something New) nel ruolo di Lele Marchilli.

Prodotto da Cattleya (Gomorra e Romanzo Criminale)  in collaborazione con Rai Fiction, la serie Suburra sarà trasmessa dalla Rai in Italia, dopo la première mondiale su Netflix.

Articolo precedenteLa ragazza del treno: la bravura della Blunt non basta.
Articolo successivoAnimali Notturni: il poster e il nuovo trailer italiano
Fara
Redattore

- Il cinema per me è come un goal alla Del Piero, qualcosa che ti entra dentro all'improvviso e che ti coinvolge totalmente. È una passione divorante, un amore che non conosce fine, sempre da esplorare. Lo respiro tutto o quasi: dai film commerciali a quelli definiti banalmente autoriali, impegnati, indipendenti. Mi distinguo per una marcata inclinazione al dramma, colpa del Bruce Wayne in me da sempre. Qualche gargamella italiano un tempo disse che di cultura non si mangia, la mia missione è smentire questi sciacalli, nel frattempo mi cibo attraverso il cinema, zucchero dolce e amaro dell'esistenza -