Sono ore di grandi eventi e annunci in casa Marvel: il primo trailer di Doctor Strange, la prima mondiale di Civil War.

Abbiamo finalmente anche il titolo ufficiale del film stand-alone del bimbo ragno (come lo chiama Iron Man nella sequenza finale del trailer di Captain America: Civil War).

Il nome di questo nuovo reboot, rivelato dallo stesso attore al ComiCon di Las Vegas, sarà Spider-Man: Homecoming ed è previsto come sappiamo per il luglio del 2017. Prima del film in solitaria il nuovo uomo ragno, che ha il volto di Tom Holland, avrà una parte proprio nel terzo capitolo di Capitan America (nelle sale a maggio).

Spider-Man foto C.A. Civil War

Come molti sanno i diritti di Spider-Man sono della Sony che ha trovato un accordo con i Marvel Studios al fine di inserire il personaggio nel proprio universo cinematografico.

Grazie a Collider e alle parole del produttore Kevin Feige scopriamo qualche dettaglio in più sul controllo del film e del personaggio: “in linea generale è più un film della Sony, anche se la Marvel continuerà a gestirne la parte creativa… essenzialmente è una produzione Sony Pictures di un film Marvel Studios – ha dichiarato  il presidente dei Marvel Studios che ha aggiunto – “l’accordo era che lo stand-alone su Spider-Man sarebbe stato molto più un film della Sony Pictures. Amy Pascal lo sta co-producendo insieme a noi e Tom Rothman (il presidente Sony Pictures) è alla guida, mentre noi siamo i produttori creativi.
In sostanza noi siamo quelli che scelgono l’attore, lo introducono e poi lavorano sullo script per iniziare quanto prima le riprese di questo film su Spidey”.

Insomma la Marvel ha saldo il controllo sullo sviluppo di questa versione; in merito a questo Feige ha ribadito che non avremo un nuovo racconto delle origini dell’Uomo Ragno, quanto  rimandi ad elementi significativi del suo percorso.

– Alessandro Faralla –

Fonte: Collider

Articolo precedenteCaptain America: Civil War, i video e le foto della première mondiale
Articolo successivoUfficiale: la Warner conferma il film su Batman con Ben Affleck
Fara
Redattore

- Il cinema per me è come un goal alla Del Piero, qualcosa che ti entra dentro all'improvviso e che ti coinvolge totalmente. È una passione divorante, un amore che non conosce fine, sempre da esplorare. Lo respiro tutto o quasi: dai film commerciali a quelli definiti banalmente autoriali, impegnati, indipendenti. Mi distinguo per una marcata inclinazione al dramma, colpa del Bruce Wayne in me da sempre. Qualche gargamella italiano un tempo disse che di cultura non si mangia, la mia missione è smentire questi sciacalli, nel frattempo mi cibo attraverso il cinema, zucchero dolce e amaro dell'esistenza -