Home news Sarà di Claudio Simonetti il pezzo principale del film THE ANTITHESIS!

Sarà di Claudio Simonetti il pezzo principale del film THE ANTITHESIS!

Sarà dei Claudio Simonetti‘s GOBLIN la traccia principale del film The Antithesis di Francesco Mirabelli.

Lo storico compositore, che ha curato tra l’altro le colonne sonore dei film di Dario Argento: Profondo Rosso, Suspiria, Phenomena, Opera, La Terza Madre, nonché Zombi e Wampyr del compianto George A. Romero, donerà la sua magia anche all’opera prima del giovane regista girgentano con protagonista la carismatica Crisula Stafida.

Crisula Stafida è Sophie Vaiani.

Alle sue note si aggiungeranno anche quelle della band metal Ancestral, che concede brani tratti dall’ultimo album Master of fate.

Il film, che vede anche la partecipazione dell’attrice goriziana Karolina Cernic e della Scream Queen di Fulci Marina Loi,  è pronto per la distribuzione che lo porterà nelle sale con tutta probabilità prima di Natale.

Lo stile italianissimo della narrazione, che si intravede dai primi teaser e dagli still, hanno smosso decisamente l’animo degli appassionati, forse anche per gli ingredienti esotorici, wicca, astrologici e fantascientifici che sono stati preannunciati. E sicuramente per la sensualità di molte scene che hanno catturato l’attenzione delle testate di genere e della TV nazionale.

Di seguito la sinossi di The Antithesis:

Una giovane geologa, su delega di un architetto, va a soggiornare in una villa nella quale si verificano fenomeni anomali dovuti a sbalzi termici esorbitanti. Una volta stabilitasi nella dimora, la ricercatrice si ritroverà catapultata in un vortice di orrore e delirio…

Articolo precedenteKiss Of The Damned: Recensione
Articolo successivoHome Invasion: I film da vedere
Il Biondo
Capo Redattore e Co-fondatore

Grande amante del cinema, e questo è scontato dirlo se sono qua :­) Appassionato da sempre del genere horror, di nicchia e non, e di film di vario genere con poca distribuzione, che molto spesso al contrario dei grandi blockbuster meriterebbero molto più spazio e considerazione; tutto ciò che proviene dalle multisale, nelle mie recensioni scordatevelo pure. Ma se amate quelle pellicole, italiane e non, che ogni anno riempono i festival di Berlino, Cannes, Venezia, Toronto, e dei festival minori, allora siete capitati nel posto giusto.

‘Rest..In..Peace’