Home Rubriche Punto di non ritorno – Event Horizon

Punto di non ritorno – Event Horizon

Ovvero, un’astronave capace di percorrere distanze impensabili in modo istantaneo grazie a un motore capace di creare un wormhole. Tutto molto bello, peccato che la Event Horizon scompaia per 7 anni prima di dar segni di vita in prossimità di Nettuno. E per segni di vita, si intende la registrazione di gente che muore male urlando cose a caso in latino. A capo della spedizione di ricognizione c’è il capitano Miller, con a bordo il Dr.Weir, inventore della nave. Ben presto i membri dell’equipaggio inizieranno a vedere cose davvero brutte…

Se vi sa di già visto, è perchè in Punto di non ritorno sono presenti un po’ tutti i topos del fanta-horror nello spazio; ma questo non è necessariamente un difetto: Anderson ci regala un’astronave gotica di indubbia atmosfera, un livello di gore non male ed effetti speciali che tutto sommato che invecchiano bene (eccezion fatta per gli oggetti fluttuanti a gravità zero).

jam-sam event-scigi
A me gli occhi

Certamente un paio di cafonate ci sono, ma chiusi entrambi gli occhi davanti a un tizio che viene sbattuto fuori dallo spazio, imprecando come un nero del ghetto, e dallo spazio ritorna imprecando di nuovo come in una gag comica, non si puo’ certo chiedere chissà che approccio realistico alla fisica a un film di intrattenimento: Sam Neill è grandioso, sembra uscito da Il seme della follia-2 ; Fishburne è in forma, la tematica dimensioni paralleli infernali è accattivante, e per concludere, la serie Dead Space è senz’altro figlia adottiva di questa pellicola! Quindi, da vedere.

 

Articolo precedenteWrong turn (La saga)
Articolo successivoFinal Girl – Anteprima
Dr.Gabe
Direttore e Fondatore

Il lavoro e la vecchiaia incombono, ma da quando ho memoria mi spacco di film di fantascienza, dove viaggio di testa fino a perdermi, e salto in piedi sul divano per dei tizi che si menano o sparano alla gente come fossero birilli. Addolorato dalla piaga del PG­13, non ho più i nervi per gli horror: quelli li lascio al collega, io sono il vostro uomo per scifi, azione e film di pistolotti metacinema/mental/cose di finali tripli.