Home recensioni commedia Paddington 2, un sequel esilarante ed emozionante l La recensione

Paddington 2, un sequel esilarante ed emozionante l La recensione

L’orsetto Paddington vive tranquillamente con la famiglia Brown ed è un membro amato della comunità locale. Decide di guadagnare dei soldi per poter pagare un libro pop-up costoso da regalare a sua zia Lucy, ma purtroppo questo viene rubato.

Torna nelle sale di tutto il Mondo Paddington, uno dei simboli di Londra, dopo il film grande successo di pubblico e critica del 2014. Questo sequel non supera il precedente capitolo, ma si mantiene indubbiamente all’altezza.

La famiglia Brown

“Paddington 2” non ha una morale così corposa per tutte l’età come il primo (razzismo, integrazione), ma affronta la responsabilizzazione dell’individuo e l’essere determinati. Cosa molto importante spinge l’acceleratore sul divertimento e colpisce il segno visto che si ride ininterrottamente dall’inizio alla fine.

Anche qui il film si rapporta a un pubblico di ogni età e tratta i più piccini come giovani adulti, quindi non si hanno mai momenti infantili, banali e zuccherosi. Spesso le gag sono pensate più per gli adulti che per i bimbi.
Hugh Grant è Phoenix Buchanan

Il cast è meravigliosamente perfetto: ai già rodati e amati Sally Hawkins, Hugh Bonneville, Julie Walters troviamo gli immensi Brendan Gleeson e Hugh Grant, il quale riceve il testimone da villain iconico da Nicole Kidman (ricordate la Millicent vestita animalier che in confronto faceva passare da Santa una Crudelia De Mon?). Entrambi ci regalano performance indimenticabili, il primo, camaleontico e versatile come pochi al mondo, nei panni del pessimo cuoco e gigante dal grande cuore Nocche “Knuckles” McGinty e il secondo come divertentissimo attore trasformista Phoenix Buchanan, il quale parla con i suoi costumi teatrali e invoca Laurence Olivier. La sua migliore performance da anni a questa parte. Sfiziosa la chicca in cui lo vediamo fare pubblicità di cibo per cani giocando ancora sulla questione attore cane.

Impeccabile anche il resto del cast, dai comprimari come Jim Broadbent, Noah Taylor, Tom Conti (il giudice) e Peter Capaldi ai cameo di Eileen Atkins e Richard Ayoade (volto non nuovo per i fans di The IT Crowd). Esilarante il ritorno di Simon Farnaby, anche sceneggiatore del film, nei panni della guardia Barry.

Paul King si conferma un bravissimo regista perfetto per la storia presentata, sempre frizzante e pieno di comicità. La chicca registica? Anche qui mostra azioni contemporaneamente sezionando l’edificio oggetto della scena. Bellissima la colonna sonora di Dario Marianelli e la sceneggiatura convince in ogni suo aspetto presentando meccanismi narrativi che funzionavano anche nel precedente capitolo.

Paddington e i suoi nuovi amici
“Paddington 2” è un solido film per famiglie divertentissimo ed emozionante, veramente notevole sotto ogni punto di vista. Un cult imperdibile e indimenticabile come il primo episodio.

 

VOTI FINALI
voto
Articolo precedenteIl libro di Henry: uscito il primo trailer italiano
Articolo successivoCOME UN GATTO NERO di Mena Solipano
GianDrewe
Redattore e Co-fondatore

Attore, cantante lirico, insegnante e... cinefilo! Amo il cinema in ogni suo genere con un'adorazione particolare per il cinema europeo specialmente britannico, visto che sono un sostenitore della scuola inglese. Molto spesso dalla parte opposta dei blockbuster e sulla strada degli indie e del cinema d’autore non solo di oggi... Pochi effetti speciali e molte emozioni!