Home news Mute: ecco le prime immagini ufficiali del nuovo scifi di Duncan Jones!

Mute: ecco le prime immagini ufficiali del nuovo scifi di Duncan Jones!

Mute

Tra i numerosi film che ci aspettano nel 2017 una menzione speciale spetta a Mute.

Si perchè Mute, per chi non lo sapesse è il nuovo film di Duncan Jones che, oltre ad essere figlio del grandissimo David Bowie, è anche uno degli autori più interessanti in circolazione, passo falso di Warcraft a parte.

Jones infatti ha debuttato nel 2008 con il folgorante Moon uno dei migliori esempi in assoluto di scifi degli ultimi anni con uno strepitoso Sam Rockwell, per poi ripetersi qualche anno più tardi con il meno fortunato ma non per questo interessante Source Code.

Ora archiviata la non proprio esaltante esperienza fantasy di Warcraft ha deciso di tornare allo scifi più puro con questo Mute, noir fantascientifico ambientato in una Berlino distopica, che ha affermato essere un seguito spirituale dello stesso Moon.
La storia segue le avventure di Leo (Alexander Skarsgård), un uomo muto in cerca di una persona scomparsa nell’anno 2052 a Berlino, che si trova a duellare con due furfanti interpretati da Paul Rudd e Justin Theroux.

Nelle prime immagini rilasciate da Netflix (che produrrà e distribuirà nella sua piattaforma il film) possiamo vedere come sia forte l’influenza di Blade Runner e dei migliori sci fi.

Avvisiamo che sono una figata!

Mute

Mute

Mute

Articolo precedenteThor: Ragnarok, svelata la sinossi ufficiale c’è Hulk!
Articolo successivoL’ultima cena a Los Angeles: The invitation (2015)
Zeno
Redattore e Co-fondatore

Cresciuto a massicce dosi di cinema, fin da giovane età veniva costretto dal padre a maratone e maratone di Spaghetti-Western. Leggenda narra che la prima frase di senso compiuto che uscì dalla sua bocca fu: “Ehi, Biondo, lo sai di chi sei figlio tu? Sei figlio di una grandissima……” Con il passare del tempo si è evoluto a quello che è oggi: un cinefilo onnivoro appassionato di cinema in ogni sua forma che sia d’intrattenimento, d’autore o l’indie più estremo. Conteso da “Empire”, “The Hollywood Reporter”, “Rolling Stone”, ha scelto Jamovie perché, semplicemente, il migliore tra tutti.