Home news Molte conferme, poche sorprese : “BAFTA 2016”

Molte conferme, poche sorprese : “BAFTA 2016”

Serata di conferme e di pochissime sorprese ai British Academy Film Awards 2016 (BAFTA), giunti all’edizione numero 69.
Molti sono stati i vincitori che si erano già aggiudicati un premio ai Golden Globe 2016 e che si sono appena riconfermati nella serata britannica di ieri sera.
Su tutti il terzetto formato da Leonardo Di CaprioAlejandro González Iñárritu e Brie Larson, che hanno bissato i premi ottenuti in California lo scorso Gennaio rispettivamente come miglior attore, regista e miglior attrice.
Il film di Iñárritu inoltre si è aggiudicato ancora una volta il titolo di Miglior film. Altra conferma viene dal mondo dell’animazione, dove vince nuovamente quell ‘ Inside Out che nessuno sembra poter spodestare dal trono dei prossimi Academy Awards. La prima sorpresa invece riguarda il premio come attore non protagonista : Stallone non è riuscito a bissare il successo dei Golden Globe, e stavolta la vittoria se l’è portata a casa Mark Rylance ( Il ponte delle spie ).
Altre due conferme arrivano invece dal nostro portabandiera Ennio Moricone che ha dato seguito al Golden Globe per la miglior colonna sonora (The Hateful Eight) così come ha fatto Kate Winslet che si è aggiudicata ancora una volta il premio come miglior attrice non protagonista.
Sul versante britannico invece trionfa il regista Naji Abu Nowar come miglior regista britannico all’esordio per il film “Theeb”, ( presente nel quintetto degli Academy come miglior film straniero), e come miglior film vince Brooklyn di John Crowley mentre ad aggiudicarsi il titolo come miglior film straniero è “Storie Pazzesche” di Damián Szifron, che però non sarà un ostacolo alla vittoria ai prossimi Academy per “Il figlio di Saul” di László Nemes in quanto la pellicola argentina era nel quintetto alla manifestazione dello scorso anno.

BAFTA 02
Il prossimo appuntamento degli Academy Awards è ormai alle porte, e visti i risultati dei BAFTA, di conferme quasi sicuramente, ne avremo parecchie anche in questa occasione.
Ecco la lista completa dei premi :

Miglior film

  • Revenant – Redivivo (The Revenant), regia di Alejandro González Iñárritu
  • La grande scommessa (The Big Short), regia di Adam McKay
  • Il ponte delle spie (Bridge of Spies), regia di Steven Spielberg
  • Carol, regia di Todd Haynes
  • Il caso Spotlight (Spotlight), regia di Tom McCarthy

Miglior film britannico

  • Brooklyn, regia di John Crowley
  • 45 anni (45 Years), regia di Andrew Haigh
  • Amy, regia di Asif Kapadia
  • The Danish Girl, regia di Tom Hooper
  • Ex Machina, regia di Alex Garland
  • The Lobster, regia di Yorgos Lanthimos

Miglior debutto di un regista, sceneggiatore o produttore britannico

  • Naji Abu Nowar (sceneggiatore, regista) Rupert Lloyd (produttore) – Theeb
  • Alex Garland (regista) – Ex Machina
  • Debbie Tucker Green (sceneggiatrice, regista) – Second Coming
  • Sean McAllister (regista, produttore), Elhum Shakerifar (produttore) – A Syrian Love Story
  • Stephen Fingleton (sceneggiatore, regista) – The Survivalist

Miglior film straniero

  • Storie pazzesche (Relatos salvajes), regia di Damián Szifron • Argentina
  • Nie Yinniang, regia di Hou Hsiao-hsien • Taiwan
  • Forza maggiore (Turist), regia di Ruben Östlund • Svezia
  • Theeb, regia di Naji Abu Nowar • Giordania
  • Timbuktu, regia di Abderrahmane Sissako. • Francia

Miglior documentario

  • Amy, regia di Asif Kapadia
  • Cartel Land, regia di Matthew Heineman
  • Malala (He Named Me Malala), regia di Davis Guggenheim
  • Listen to Me Marlon, regia di Stevan Riley
  • Sherpa, regia di Jennifer Peedom

Miglior film d’animazione

  • Inside Out, regia di Pete Docter
  • Minions, regia di Pierre Coffin e Kyle Balda
  • Shaun, vita da pecora – Il film (Shaun the Sheep Movie), regia di Mark Burton e Richard Starzak

Miglior regista

  • Alejandro González Iñárritu – Revenant – Redivivo (The Revenant)
  • Todd Haynes – Carol
  • Adam McKay – La grande scommessa (The Big Short)
  • Ridley Scott – Sopravvissuto – The Martian (The Martian)
  • Steven Spielberg – Il ponte delle spie (Bridge of Spies)

Miglior sceneggiatura originale

  • Tom McCarthy, Josh Singer – Il caso Spotlight (Spotlight)
  • Matthew Charman, Ethan Coen, Joel Coen – Il ponte delle spie (Bridge of Spies)
  • Josh Cooley, Pete Docter, Meg LeFauve – Inside Out
  • Alex Garland – Ex Machina
  • Quentin Tarantino – The Hateful Eight

Miglior sceneggiatura non originale

  • Adam McKay, Charles Randolph – La grande scommessa (The Big Short)
  • Emma Donoghue – Room
  • Nick Hornby – Brooklyn
  • Phyllis Nagy – Carol
  • Aaron Sorkin – Steve Jobs

Miglior attore protagonista

  • Leonardo DiCaprio – Revenant – Redivivo (The Revenant)
  • Eddie Redmayne – The Danish Girl
  • Michael Fassbender – Steve Jobs
  • Matt Damon – Sopravvissuto – The Martian (The Martian)
  • Bryan Cranston – L’ultima parola – La vera storia di Dalton Trumbo (Trumbo)

Miglior attrice protagonista

  • Brie Larson – Room
  • Saoirse Ronan – Brooklyn
  • Cate Blanchett – Carol
  • Alicia Vikander – The Danish Girl
  • Maggie Smith – The Lady in the Van

Miglior attore non protagonista

  • Mark Rylance – Il ponte delle spie (Bridge of Spies)
  • Benicio Del Toro – Sicario
  • Christian Bale – La grande scommessa (The Big Short)
  • Idris Elba – Beasts of No Nation
  • Mark Ruffalo – Il caso Spotlight (Spotlight)

Miglior attrice non protagonista

  • Kate Winslet – Steve Jobs
  • Alicia Vikander – Ex Machina
  • Rooney Mara – Carol
  • Jennifer Jason Leigh – The Hateful Eight
  • Julie Walters – Brooklyn

Miglior colonna sonora

  • The Hateful Eight – Ennio Morricone
  • Il ponte delle spie (Bridge of Spies) – Thomas Newman
  • Revenant – Redivivo (The Revenant) – Carsten Nicolai e Ryūichi Sakamoto
  • Sicario – Jóhann Jóhannsson
  • Star Wars: Il risveglio della Forza (Star Wars: The Force Awakens) – John Williams

Miglior fotografia

  • Revenant – Redivivo (The Revenant) – Emmanuel Lubezki
  • Mad Max: Fury Road – John Seale
  • Il ponte delle spie (Bridge of Spies) – Janusz Kaminski
  • Carol – Ed Lachman
  • Sicario – Roger Deakins

Miglior montaggio

  • Mad Max: Fury Road – Margaret Sixel
  • La grande scommessa (The Big Short) – Hank Corwin
  • Il ponte delle spie (Bridge of Spies) – Michael Kahn
  • Sopravvissuto – The Martian (The Martian) – Pietro Scalia
  • Revenant – Redivivo (The Revenant) – Stephen Mirrione

Miglior scenografia

  • Mad Max: Fury Road – Colin Gibson e Lisa Thompson
  • Il ponte delle spie (Bridge of Spies) – Rena DeAngelo e Adam Stockhausen
  • Carol – Judy Becker e Heather Loeffler
  • Sopravvissuto – The Martian (The Martian) – Celia Bobak e Arthur Max
  • Star Wars: Il risveglio della Forza (Star Wars: The Force Awakens) – Rick Carter, Darren Gilford e Lee Sandales

Migliori costumi

  • Mad Max: Fury Road – Jenny Beavan
  • Brooklyn – Odile Dicks-Mireaux
  • Carol – Sandy Powell
  • Cenerentola (Cinderella) – Sandy Powell
  • The Danish Girl – Paco Delgado

Miglior trucco e acconciatura

  • Mad Max: Fury Road – Damian Martin e Lesley Vanderwalt
  • Brooklyn – Morna Ferguson e Lorraine Glynn
  • Carol – Jerry DeCarlo e Patricia Regan
  • The Danish Girl – Jan Sewell
  • Revenant – Redivivo (The Revenant) – Sian Grigg, Duncan Jarman e Robert Pandini

Miglior sonoro

  • Revenant – Redivivo (The Revenant) – Lon Bender, Chris Duesterdiek, Martin Hernandez, Frank A. Montaño, Jon Taylor, Randy Thom
  • Il ponte delle spie (Bridge of Spies) – Drew Kunin, Richard Hymns, Andy Nelson, Gary Rydstrom
  • Mad Max: Fury Road – Scott Hecker, Chris Jenkins, Mark Mangini, Ben Osmo, Gregg Rudloff, David White
  • Sopravvissuto – The Martian (The Martian) – Paul Massey, Mac Ruth, Oliver Tarney, Mark Taylor
  • Star Wars: Il risveglio della Forza (Star Wars: The Force Awakens) – David Acord, Andy Nelson, Christopher Scarabosio, Matthew Wood, Stuart Wilson

Miglior effetti speciali

  • Star Wars: Il risveglio della Forza (Star Wars: The Force Awakens) – Chris Corbould, Roger Guyett, Paul Kavanagh e Neal Scanlan
  • Ant-Man – Jake Morrison, Greg Steele, Dan Sudick e Alex Wuttke
  • Ex Machina – Mark Ardington, Sara Bennett, Paul Norris e Andrew Whitehurst
  • Mad Max: Fury Road – Andrew Jackson, Dan Oliver, Tom Wood e Andy Williams
  • Sopravvissuto – The Martian (The Martian) – Chris Lawrence, Tim Ledbury, Richard Stammers e Steven Warner

Miglior cortometraggio animato britannico

  • Edmond
  • Manoman
  • Prologue

Miglior cortometraggio britannico

  • Operator
  • Elephant
  • Mining Poems of Odes
  • Over
  • Samuel-613

Miglior stella emergente

  • John Boyega
  • Taron Egerton
  • Dakota Johnson
  • Brie Larson
  • Bel Powley

BAFTA 03

 

 

Articolo precedenteZoolander 2 – bello bello ma anche no.
Articolo successivoL’ultima parola – La vera storia di Dalton Trumbo
Il Biondo
Capo Redattore e Co-fondatore

Grande amante del cinema, e questo è scontato dirlo se sono qua :­) Appassionato da sempre del genere horror, di nicchia e non, e di film di vario genere con poca distribuzione, che molto spesso al contrario dei grandi blockbuster meriterebbero molto più spazio e considerazione; tutto ciò che proviene dalle multisale, nelle mie recensioni scordatevelo pure. Ma se amate quelle pellicole, italiane e non, che ogni anno riempono i festival di Berlino, Cannes, Venezia, Toronto, e dei festival minori, allora siete capitati nel posto giusto.

‘Rest..In..Peace’