Home Rubriche NETFLIX La Foresta: il crime e dramma familiare francese

La Foresta: il crime e dramma familiare francese

La nuova mini serie tv netflix, La Foresta, sui misteri ed i drammi

Il 29 giugno, ha fatto la sua comparsa sulla piattoforma Netflix la serie La Foresta. interamente francese. Una serie che unisce l’elemento misterioso e crime al dramma familiare.Un prodotto nel suo insieme buono e molto intrigante, ricco di misteri che sembrano risolti, portando a nodi ancora più stretti.

La storia inizia quando l’adolescente Jennifer scompare nei pressi della foresta delle Ardenne, a pochi passi dal suo paesino. A capo delle indagini, il nuovo comandante Decker. L’uomo porterà a galla numerose verità e segreti tenuti nascosti. La ricerca frenetica di un rapitore e probabile killer, turba notevolmente l’equilibrio della cittadina, che si troverà a dover fare i conti con se stessa. Il timore che tra un proprio “simile” possa celarsi un mostro capace di rapire e uccidere, causa sin da subito paura e chiusura. Il sospetto e il dramma si diffondono subito.

Gli elementi sono esattamente quelli di ogni crime story: sparizioni, misteri, un ambiente inquietante e fitti misteri. In tutto questo, vi è anche un po’ di dramma familiare. Emergerà come gli adolescenti protagonisti della serie, come Oceane e Maya siano fortemente influenzate nella loro scelte, dai contesti familiari che brillano (solo in apparenza) di luce finta. Le problematiche che emergono sono molto attuali: tradimenti, alcool, violenza e abbandoni. Problematiche volte a veicolare chiari messaggi su quanto difficili e fragili possano essere i rapporti genitori-figli; la mancanza di dialogo come debolezza da parte dei genitori.

La serie è particolarmente dinamica. Salta da un mistero all’altro nel corso di sei episodi, introducendo i vari personaggi che compongono questa serie collettiva. I misteri che sembrano risolti, portano subito ad altri puzzle che rendono tutto più complicato. Come la foresta, grande e ricca continuamente di nuovi elementi da scoprire, così emergono nella storia sempre più nuovi elementi. Più si va a fondo, più le scoperte sono sconcertanti. Si arriva a collegare le sparizioni a quelle di altre adolescenti tanti anni prima. Sembra un peso enorme da sopportare per il piccolo paesino.

Il problema è che a volte riesce, a volte pecca a causa di tale dinamismo. La professoressa Eve (Alexia Barlier) è uno dei personaggi più importanti della storia. Ce lo fanno capire tanti elementi che nelle prime puntate la pongono come la vera chiave di volta. Viene presentata come una donna dal passato oscuro e diffidente verso gli altri abitanti del paesino. Solo con i suoi studenti riesce a stringere veri rapporti. E’ la prima a rendersi conto della sparizione di Jennifer. Mentre vengono sottolineati tutti questi elementi nei primi episodi, alla fine la sua storia sembra procedere in un altro universo. Ci si aspetterebbe uno sviluppo rilevante del suo personaggio, che tuttavia non è così forte come.

Alexia Barlier è Eve

Anche le due adolescenti Jennifer e Oceane non hanno un vero e proprio sviluppo psicologico. Sembrano essere più che altro lo stereotipi dell’adolescente che trova in internet e nel cellulare un rifugio. Tuttavia, essendo La Foresta anche un dramma familiare, questa cristallizzazione può essere accettata.

Forte è l’influenza di due prodotti seriali. Essi contribuiscono a dare un certo tono e colore a La Foresta. Forte è quella di Twin Peaks. In comune vi sono: adolescenti dalla vita misteriosa e il clima di sospetto che si instaura nel villaggio. I colori e le atmosfere sono comuni, contribuendo a dare un che di claustrofobico e chiuso. Per non parlare della presenza di un certo elemento che sembra quasi magico.

Altra influenza è quella di Les Revenants, per le atmosfere, la colonna sonora e il villaggio tra i boschi e la fotografia.

Influenze molto importanti che non fanno cadere la serie nell’eccessivo misticismo o altro nell’irreale. Nonostante alcune pecche di sceneggiatura, La Foresta ha il grande merito di essere una storia molto legata al reale. Unisce l’elemento del mistero al problematiche fortemente attuali come le dinamiche e i drammi familiari. Diversi elementi da migliorare, ma anche altri già bene strutturati. La Foresta è sicuramente un’accattivante serie tv da guardare.

Articolo a cura di Lagertha