Home Rubriche Horror Knock Knock, chi è? Niente di importante

Knock Knock, chi è? Niente di importante

Jamovie-kock knock- eli-roth-headimg.

L’ultimo di Eli Roth è sotto la voce ‘horror’ per il nome del regista, e niente più: Knock Knock stupisce, ma non in modo positivo.

Una struttura à la Funny Games, ma col twister: non c’è sangue.

Scusate lo spoilerone, ma a volte mi piace pensare di poter salvare il vostro prezioso tempo, per cui, se siete qui perchè Roth è una garanzia gore, guardate altrove. Ed è un peccato, perchè la struttura è stuzziacante: Il buon Keanu Reeves è Papà Cool, un 40-qualcosa con moglie bella ma che si concede non così spesso, pargoli che ama, lavoro fico ma che lo lascia da solo in casa per il weekend.

E in una notte di pioggia, non saranno i testimoni di Geova, o Equitalia a bussare. No, saranno due fagiane

jamovie-knock knock-eli-roth-001
Ciao, sono fagiana 2. Fagiana 1 è nel link

la parte più bella del film è qui: loro che fanno le stupidine, lui che, ringalluzzito, parla di quando faceva il dj, di quanto è fortunato di avere una moglie bella e artista, e così via…fino all’ovvio threesome. Girato con inaspettata classe da Roth, va detto.

Ma poi si passa alle brutte notizie ( e non parlo di loro due che si rivelano due bastarde senza gloria: quello era decisamente prevedibile ). Il povero Papà Cool subisce angherie a destra e a manca, fino a ritrovarsi… a un finale che definire anti-climatico è davvero riduttivo.

Se da una parte si può ammirare la spinta più impegnata di Roth, qualcosa già visibile in Green inferno, la gestione della dicotomia violenza / messaggio social(e) è davvero mal gestita, lasciano con l’amaro in bocca chi si aspettava grossi spargimenti di sangue.

Peccato.

 

Articolo precedenteIl superstite – di Paul Wright (2013)
Articolo successivoCrimson Peak
Dr.Gabe
Direttore e Fondatore

Il lavoro e la vecchiaia incombono, ma da quando ho memoria mi spacco di film di fantascienza, dove viaggio di testa fino a perdermi, e salto in piedi sul divano per dei tizi che si menano o sparano alla gente come fossero birilli. Addolorato dalla piaga del PG­13, non ho più i nervi per gli horror: quelli li lascio al collega, io sono il vostro uomo per scifi, azione e film di pistolotti metacinema/mental/cose di finali tripli.