Home news Jason Momoa si rade dopo sette anni per una giusta causa

Jason Momoa si rade dopo sette anni per una giusta causa

Dopo sette anni, Jason Momoa si è rasato a zero la barba.
Quando sono state diffuse le prime immagini, in molti hanno ipotizzato che il motivo fosse per le riprese di Dune, ma in realtà l’attore lo ha fatto per una giusta causa.

La star di Aquaman e Il Trono di Spade ha diffuso online un video nel quale dichiara di voler sensibilizzare il pubblico sul riciclo dell’alluminio:

Addio Drogo, Aquaman, Declan, Baba!
Mi sto radendo questa bestia perché voglio cambiare.
Cambiare in meglio: per i miei e i vostri figli, per il mondo.
Facciamo un cambiamento positivo per la salute del nostro pianeta.
Puliamo i nostri oceani e le nostre terre. Unitevi a me in questo viaggio.
Passiamo all’alluminio infinitamente riciclabile.
L’acqua va messa nei barattoli, non nelle bottiglie.
[…] Penso che il 2012 sia stata l’ultima volta che mi sono rasato.
Addio Drogo, addio Athur Curry! Faccio questo per attirare l’attenzione: la plastica sta uccidendo il nostro pianeta, e penso di avere una soluzione.
C’è solo una cosa che possiamo fare per salvare il pianeta: riciclare.
Circa il 75% dell’alluminio prodotto finora è ancora in circolazione, ed è riciclabile al 100%.
Bevendo una lattina d’acqua, nel giro di due mesi verrà riutilizzata.
Infinitamente riciclabile al 100%.
[…] Per favore, per favore: sta arrivando un cambiamento.
È l’alluminio.
Liberatevi di queste bottiglie d’acqua di plastica.
Aquaman sta cercando di fare del suo meglio.
Per i miei figli, i vostri e il mondo.

Di seguito potete vedere il video:

Articolo precedenteScarlett Johansson: perché i fan restano delusi quando la incontrano dal vivo?
Articolo successivoLo spietato – La Recensione
Il Biondo
Capo Redattore e Co-fondatore

Grande amante del cinema, e questo è scontato dirlo se sono qua :­) Appassionato da sempre del genere horror, di nicchia e non, e di film di vario genere con poca distribuzione, che molto spesso al contrario dei grandi blockbuster meriterebbero molto più spazio e considerazione; tutto ciò che proviene dalle multisale, nelle mie recensioni scordatevelo pure. Ma se amate quelle pellicole, italiane e non, che ogni anno riempono i festival di Berlino, Cannes, Venezia, Toronto, e dei festival minori, allora siete capitati nel posto giusto.

‘Rest..In..Peace’