Home Serie tv Here & Now (1a stagione)

Here & Now (1a stagione)

E dire che Alan Ball ci aveva già abituato bene.
Prima di tornare sul piccolo schermo con la serie tv Here & Now, il regista statunitense aveva stregato milioni di spettatori con le serie da lui create Six Feet Under e True Blood.
Due serie così diverse eppure cosè interessanti e belle da vedere.
Peccato che con Here & Now la storia non si sia ripetuta.
Si perchè quella che sembrava un’idea anche originale e che poteva avere spunti interessanti si sia ben presto arenata in un qualcosa di già visto e non all’altezza dei suoi lavori precedenti.

Siamo negli States e protagonista è la famiglia Boatwright composta dai coniugi Greg (Tim Robbins) e Audrey (Holly Hunter) e dai loro quattro figli.
Il loro è quello che potremmo definire un esperimento sociale.
Tre dei quattro figli infatti sono stati adottati e provengono da differenti luoghi del mondo.
Ramon ha origini colombiane, Ashley è africana, e Duc è coreano.
La loro figlia naturale è Kristen, la più piccola.
Il quadro perfetto diremo. La famiglia ideale.

Eh no dai, siamo di fronte ad una serie, avranno pure qualcosa da nascondere.
Eh si, ce l’hanno e come.
Non c’è un solo passato qui da approfondire, ma molteplici.
E poi c’è Ramon, c’è quella cosa che vede lui, che sembra vedere solo lui.
E ancora c’è un’altra figura chiave della storia.
Lo psicologo di origini iraniane Farid Shokrani (Peter Macdissi), che presto intreccerà le sue vicende con quelle della famiglia Boatwright e con uno dei suoi componenti in particolare.

Ramon Boatwright, il personaggio su cui di doveva e si poteva puntare di più

Partenza ottima per Ball e la sua nuova serie.
Ma di bello in Here & Now c’è solo questo, la partenza.
Si perchè da qui e per le dieci puntate che compongono la stagione c’è ben poco da vedere, seppure le premesse potevano portare a tanto.
E dire che di carne al fuoco ce n’era tanta.
Il tema della multirazzialità dei rapporti di coppia, della famiglia, il tema dell’omosessualità, dei rapporti religione / società.
E c’era anche del buon sovrannaturale, che poteva essere la spina dorsale degli episodi di questa serie.
Così non è stato però.
Passiamo solo da un dialogo all’altro.
I personaggi, le loro storie, le loro emozioni, i loro caratteri vengono si ben analizzati, ma non c’è altro in Here & Now.

La famiglia al completo.

E dire che con Ramon, con le sue visioni, e con il passato dei tre figli adottivi si poteva andare ancora più a fondo per arrivare ad un qualcosa di davvero interessante.
Sena dimenticare il personaggio ed il passato del Dottor Shokrani.
Una partenza sprint che poi non ha retto il passo della prima puntata.
E dato che il risultato alla fine non è stato soddisfacente, è arrivata la notizia che la serie è già stata cancellata dopo la prima stagione.

Provaci ancora Alan.

 

 

Articolo precedenteKaya Scodelario protagonista del nuovo horror Crawl
Articolo successivoJAM incontra…… Paolo Pisoni, regista di Lazzaro
Il Biondo
Capo Redattore e Co-fondatore

Grande amante del cinema, e questo è scontato dirlo se sono qua :­) Appassionato da sempre del genere horror, di nicchia e non, e di film di vario genere con poca distribuzione, che molto spesso al contrario dei grandi blockbuster meriterebbero molto più spazio e considerazione; tutto ciò che proviene dalle multisale, nelle mie recensioni scordatevelo pure. Ma se amate quelle pellicole, italiane e non, che ogni anno riempono i festival di Berlino, Cannes, Venezia, Toronto, e dei festival minori, allora siete capitati nel posto giusto.

‘Rest..In..Peace’