Home Serie tv Groovy! Ash vs Evil Dead – Stagione 1

Groovy! Ash vs Evil Dead – Stagione 1

Ash vs Evil Dead rivede il nostro eroe più o meno dove lo avevamo lasciato: sbruffone, donnaiolo, commesso di un supermarket… ma era anche così scemo?

La premessa è dolorosamente affermativa: il nostro si ritrova in balia dei demoni partoriti dal Necronomicon solo per fare il bello con una donna; un veloce plot device e ci ritroviamo esseri grotteschi e posseduti morire male sotto le mani, pardon, la mano di Ash e la sua crew. Pur restando Bruce l’element portante della saga, la serie introduce, giustamente, due comprimari a far dal contraltare all’ ‘eroe’: la Final Girl e un ragazzo leggermente meno scemo.

ash vs evil dead 00
E c’è pure Xena!

C’è inoltre una piacevole rimpatriata con Xena nella parte di..se stessa, in pratica.

La dura realtà è che in questa serie c’è un pò troppa comicità demenziale – appena accennata nei primi due capitoli de La Casa, ben presente ne l’ Armata delle tenebre – quando invece sa dare il meglio nei momenti dark; in particolare l’ultimo episodio in alcuni momenti ci riporta alla atmosfere del remake del 2013

Molto bene

ash vs evil dead 000Solo a me ricorda il licker?

Il design dei demoni, effetti speciali di buona fattura; il ritmo serrato, con episodi corti e frenetici. Kelly è un’ottima spalla come spalla badass del buon vecchio Ash

Meno bene

ash vs evil dead(molto) meno bene.

Ash troppo spesso sposta l’asticella della deficenza verso l’alto; i personaggi secondari danno poco alla serie, se non la funzione di carne da macello dell’episodio; l’anticlimax finale tronca la serie, in vista della sicura seconda stagione.

Per concludere, un piacevole passatempo, ma lungi dal cult del ‘Groovy’ degli anni d’oro.

 

Articolo precedenteNon solo Pennywise – “Gacy” – di Clive Saunders (2003)
Articolo successivoBatman Vs Superman final trailer
Dr.Gabe
Direttore e Fondatore

Il lavoro e la vecchiaia incombono, ma da quando ho memoria mi spacco di film di fantascienza, dove viaggio di testa fino a perdermi, e salto in piedi sul divano per dei tizi che si menano o sparano alla gente come fossero birilli. Addolorato dalla piaga del PG­13, non ho più i nervi per gli horror: quelli li lascio al collega, io sono il vostro uomo per scifi, azione e film di pistolotti metacinema/mental/cose di finali tripli.