Home news Festival di Venezia: tutti i film della 77ma edizione, la conferenza |...

Festival di Venezia: tutti i film della 77ma edizione, la conferenza | LIVE

A poco più di un mese dall’inizio della 77esima edizione della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica, che si terrà dal 2 al 12 Settembre, viene presentata oggi la lineup ufficiale del Festival di Venezia.

Come da tradizione, l’annuncio viene effettuato attraverso una conferenza stampa che vedrà la partecipazione del direttore artistico Alberto Barbera e del presidente della Biennale Roberto Cicutto.
Ma quest’anno la conferenza è unicamente online: il nostro Gabriele Niola commenterà quindi in diretta l’annuncio, ma seguendo la conferenza in streaming.

Potete seguire la live qui sotto, preceduta dalla lista completa dei film.

FUORI CONCORSO

Non Fiction:

  • Sportin’ Life – Abel Ferrara
  • Crazy, not insane – Alex Gibney
  • Greta – Nathan Grossman
  • Salvatore, Shoemaker of dreams – Luca Guadagnino
  • Final Account – Luke Holland
  • La verità sul La dolce vita – Giuseppe Pedersoli
  • Molecole – Andrea Segre (preapertura)
  • Narciso em ferias – Renato Terra, Ricardo Calil
  • Paolo Conte, via con me – Giorgio Verdelli
  • Hopper/Welles – Orson Welles
  • City Hall – Frederick Wiseman

Fiction:

  • Lacci – Daniele Luchetti (apertura)
  • Lasciami andare – Stefano Mordini (chiusura)
  • Mandibules – Quentin Dupieux
  • Di Yi Lu Xiang (Love after love) – Ann Hui
  • Assandira – Salvatore Mereu
  • The Duke – Robert Michell
  • Nak-Won-Eui-Bam (Night in Paradise) – Park Hoon-Jung
  • Mosquito State – Filip Jan Rymsza

Proiezioni speciali

  • 30 Monedas – Episodio 1 – Alex de la Iglesia
  • Princesse Europe – Camille Lotteau
  • Omelia Contadina – Alice Rohrwacher Jr

 

ORIZZONTI

  • Mila – Christos Nikou
  • La Troisieme Guerre – Giovanni Aloi
  • Meel Patthar (Milestone) – Ivan Ayr
  • Dashte Khamoush (The Wasteland) – Ahmad Bahrami
  • L’homme qui a vendu sa peau (The Man Who Sold His Shin) – Kaouther Ben Hania
  • I predatori – Pietro Castellitto
  • Mainstream – Gia Coppola
  • Lahi, Hayop (Genus Pan) – Lav Diaz
  • Zanka Contact – Ismael El Iraki
  • Guerra e pace – Martina Parenti, Massimo D’anolfi
  • La nuit des rois – Philippe Lacote
  • The Furnace – Roderick Mackay
  • Jenayat-e Bi Deghat (Careless Crime) – Shahram Mokri
  • Gaza mon amour – Tarzan Nasser, Arab Nasser
  • Selva tragica – Yulene Olaizola
  • Nowhere Special – Uberto Pasolini
  • Listen – Ana Rocha De Sousa
  • Bu Zhi Bu Xiu (The Best Is Yet To Come) – Wang Jing
  • Zheltaya Koshka (Yellow Cat) – Adilkhan Yerzhanov

 

CONCORSO VENEZIA 77

  • In Between Dying – Hilal Baydarov
  • Le sorelle Macaluso – Emma Dante
  • The World to Come – Mona Fastvold
  • Nuevo Orden – Michel Franco
  • Amants (Lovers) – Nicole Garcia
  • Laila in Haifa – Amos Gitai
  • Dorogie Tovarischi (Dear Comrades) – Andrei Konchalovsky
  • Spy No Tsuma (Wife Of A Spy) – Kiyoshi Kurosawa
  • Khorshid (Sun Children) – Majid Majidi
  • Pieces of a Woman – Kornel Mundruczo
  • Miss Marx – Susanna Nicchiarelli
  • Padrenostro – Claudio Noce
  • Notturno – Gianfranco Rosi
  • Never Gonna Snow Again – Malgorzata Szumowska
  • The Disciple – Chaitanya Tamhane
  • And Tomorrow The Entire World – Julia Von Heinz
  • Quo Vadis, Aida? – Jasmila Zbanic
  • Nomadland – Chloé Zhao
Articolo precedenteLoki, Gugu Mbatha-Raw: “La serie mostrerà il personaggio di Tom Hiddleston maturare”
Articolo successivoIl giovane Karl Marx – La nascita di un ideale
Il Biondo
Capo Redattore e Co-fondatore

Grande amante del cinema, e questo è scontato dirlo se sono qua :­) Appassionato da sempre del genere horror, di nicchia e non, e di film di vario genere con poca distribuzione, che molto spesso al contrario dei grandi blockbuster meriterebbero molto più spazio e considerazione; tutto ciò che proviene dalle multisale, nelle mie recensioni scordatevelo pure. Ma se amate quelle pellicole, italiane e non, che ogni anno riempono i festival di Berlino, Cannes, Venezia, Toronto, e dei festival minori, allora siete capitati nel posto giusto.

‘Rest..In..Peace’