Home recensioni horror Crimson Peak

Crimson Peak

Jamovie-Crimson Peak-Tom-Hiddleston-Jessica-Chastain-headimg

Edith è una ragazza piena di aspirazioni e non si trova bene nella società di New York in cui vive all’inizio del Novecento. Lei crede nei fantasmi perché sin da piccola ha ricevuto visita della madre sotto forma di spettro che l’ha messa in guardia da Crimson Peak. Un giorno conosce Thomas Sharpe, uno che sembra finalmente apprezzarla, e lo sposa senza dubbi. La perdita del padre porterà Edith a trasferirsi in Inghilterra con il suo consorte e a convivere con la misteriosa cognata Lucille in un maniero fatiscente. La protagonista ignora che la sua casa venga chiamata Crimson Peak!

Finalmente è uscito nelle nostre sale l’attesissimo “Crimson Peak”, nuovo lavoro del regista messicano Guillermo del Toro. Attenzione però! Non è un film horror, ma una fiaba di orrore old style. La protagonista, all’ennesima persona che classifica superficialmente il suo romanzo come una storia di fantasmi risponde che in realtà è una storia d’amore con i fantasmi. La stessa cosa si può dire di questo film. Un capolavoro? Forse.

Il regista e sceneggiatore si diverte a prendere in giro lo spettatore già nel modo di raccontare la storia che inizia come uno struggente dramma d’amore con protagonisti Edith e il perfetto gentleman Thomas. Vengono usate anche le dissolvenze di quel periodo cinematografico utili anche a soffermarsi su dettagli. La prima parte porta quasi lo spettatore a desiderare la ghost story promessa e, quando arriva, colpisce in modo inaspettato al punto di farti desiderare quasi più di essere spaventato dai fantasmi invece che dagli svolgimenti agghiaccianti: la cosa che terrorizza, infatti, è la componente realistica della storia. Ottimo e particolare l’utilizzo degli spettri.

Jamovie-Crimson Peak-Mia-rece-001

Non mancano i colpi di scena alternati a momenti in cui lo spettatore crede, ingenuamente, che la storia vada a virare da una parte. Visivamente “Crimson Peak” è di una bellezza spiazzante e rara: i meravigliosi costumi di Kate Hawley, l’imponente scenografia di Tom Sanders, le avvolgenti musiche di Fernando Velàsquez rendono questo film superbo. Si gioca ai contrasti con la neve candida: all’inizio il bianco si scontra con il nero, mentre alla fine con il rosso cremisi quando la storia degenera nel sangue. Che meraviglia!

Il cast è grandioso! Guillermo del Toro sceglie l’eccellenza del teatro contemporaneo inglese e americano, rispettivamente Tom Hiddleston e Jessica Chastain: il primo si è diplomato alla RADA (Royal Academy of Dramatic Arts) mentre la seconda alla Juilliard. Entrambi sono di una dolcezza unica ed è per questo che inquietano in ruoli così tenebrosi e misteriosi. Hiddleston incarna in modo perfetto il classico gentleman inglese, mentre la Chastain ipnotizza lo spettatore nei panni di una grandiosa villain all’apparenza più tranquilla del fratello. La sua Lucille non si dimentica e fa sembrare il famoso Norman Bates come il più tranquillo degli uomini. Il suo meraviglioso vestito cremisi con strascico che indossa nella prima scena è preludio di ciò che avverrà nella seconda parte! A mio avviso questo è il suo personaggio indimenticabile insieme alla Celia Foote di “The Help”. Ruoli opposti, infatti! Questa performance è più che superba, da Oscar! Entrambi non sono di questa terra. Chi guarda il film si trova negli stessi panni della protagonista Edith visto che è impossibile non essere attratti dagli Sharpe. Da non sottovalutare il significato del loro cognome che viene da sharp, ossia affilato.

Jamovie-Crimson Peak-Tom-Hiddleston-Jessica-Chastain-002
Tom Hiddleston e Jessica Chastain

Mia Wasikowska è perfetta nel proprio ruolo e migliora di film in film, ma viene fagocitata da Hiddleston e Chastain. E’ sicuramente una buona interprete che sceglie sempre con cura i propri lavori. Il suo cognome è un chiaro omaggio all’attore inglese Peter Cushing, celebre interprete del personaggio di Van Helsing nei film storici della Hammer. La sua Edith non è, infatti, una donna intrappolata da una coppia di persone simili a vampiri? Gli antagonisti, dall’incarnato pallido, tolgono la vita alla ragazza giorno dopo giorno. Il grande difetto del personaggio interpretato dalla Wasikowska è l’ingenuità, ma quando scopre la verità si ribella.

“Crimson Peak” è un capolavoro potente, poetico, suggestivo, visionario, appetitoso, inquietante e indimenticabile. Uno dei film più belli di questo 2015 destinato a diventare un grande classico del genere.

VOTI FINALI
voto
Articolo precedenteKnock Knock, chi è? Niente di importante
Articolo successivoNecropolis – la città dei morti – di John Erick Dowdle (2014)
GianDrewe
Redattore e Co-fondatore

Attore, cantante lirico, insegnante e... cinefilo! Amo il cinema in ogni suo genere con un'adorazione particolare per il cinema europeo specialmente britannico, visto che sono un sostenitore della scuola inglese. Molto spesso dalla parte opposta dei blockbuster e sulla strada degli indie e del cinema d’autore non solo di oggi... Pochi effetti speciali e molte emozioni!