Spaghetti Western

La Leone Film Group, compagnia creata da Sergio Leone e oggi guidata dai figli Raffaella e Andrea sta sviluppando una miniserie nello stile degli spaghetti western.

Colt, il nome della serie, avrà come “protagonista” la celebre pistola resa famosa dal maestro di quel genere, Sergio Leone, nella trilogia “per un pugno di dollari” con Clint Eastwood.

“Nasce da un’idea di mio padre – confida a Variety Raffella Leone – la pistola era la figura principale e il mezzo attorno a cui si basava la storia”. “Stiamo pensando di realizzare sei episodi, ciascuno connesso a un singolo colpo di pistola. Ma potremmo farne di più” ha aggiunto.

Stefano Sollima, showrunner di Gomorra, dirigerà i primi due episodi e svilupperà la serie. Stefano è in qualche modo connesso al genere western, suo padre Sergio, famoso regista e sceneggiatore italiano, diresse solo per citarne due Faccia a faccia e La resa dei conti.

Sergio Leone concepì l’idea di Colt per dare uno sguardo più realistico del Vecchio West raffigurato nei suoi film. Propose quindi  agli sceneggiatori Sergio Donati e Fulvio Morsella di realizzare una serie TV in cui una colt sarebbe passata da padrone a padrone.

Fonte: Variety

Articolo precedenteLucky Red porta in Italia The Irishman di Martin Scorsese
Articolo successivoBrian Cranston è sotto copertura nel nuovo trailer di The Infiltrator
Fara
Redattore

- Il cinema per me è come un goal alla Del Piero, qualcosa che ti entra dentro all'improvviso e che ti coinvolge totalmente. È una passione divorante, un amore che non conosce fine, sempre da esplorare. Lo respiro tutto o quasi: dai film commerciali a quelli definiti banalmente autoriali, impegnati, indipendenti. Mi distinguo per una marcata inclinazione al dramma, colpa del Bruce Wayne in me da sempre. Qualche gargamella italiano un tempo disse che di cultura non si mangia, la mia missione è smentire questi sciacalli, nel frattempo mi cibo attraverso il cinema, zucchero dolce e amaro dell'esistenza -