Home news Cannes 2015 : si aprono le danze

Cannes 2015 : si aprono le danze

Ci siamo. Comincia oggi la 68a edizione del Festival di Cannes, una delle più grandi kermesse cinematografiche del mondo, che quest anno vedrà per la prima volta nella sua storia un doppio presidente : saranno infatti i fratelli Coen, Joel e Ethan a decretare la Palma d’Oro come miglior film 2015.
Sotto di loro, una giuria che definire di alto livello è riduttivo : avremo infatti l’attore americano Jake Gyllenhaal che ultimamente ha sfornato interpretazioni notevoli, la britannica Sienna Miller, il compositore maliano Rokia Traorè, la sempreverde Sophie Marceau, l’attrice spagnola Rossy de Palma, il regista Guillermo del Toro ( di cui parleremo per la Serie Tv “The strain” appena passata in Italia) e quello che forse ad oggi è il giovane regista più promettente nella scena mondiale : Xavier Dolan.

14
Giuria da paura

Tanto per fare del sano patriottismo dobbiamo dire che l’Italia sarà più che presente alla manifestazione, con tre film davvero notevoli diretti dai tre dei migliori registi italiani del momento :  “Il racconto dei racconti” di Matteo Garrone, “Mia Madre” di Nanni Moretti e “La giovinezza” di Paolo Sorrentino. Meglio di così non potevamo presentarci.
Sarà comunque difficile spuntarla visto che anche gli altri paesi presenti con le loro pellicole sono molto ma molto temibili : cominciamo da quello che per i bookmakers sembra il film favorito, ovvero “The Lobster” del greco Yorgos Lanthimos ( tanto per farvi capire lo stesso che ha diretto quel capolavoro di “Kynodontas”) che dimostra sempre più quanto il cinema greco in questi anni di crisi per il paese abbia invece trovato una forza e una creatività fuori dal normale.

01
Mamma li greci

Non manca come al solito in un festival del cinema che si rispetti il vento che soffia dall’ estremo Oriente : saranno infatti tre i titoli in gara provenienti da quella parte del globo.
Tra i film in concorso pericolose mine vaganti saranno anche “Macbeth” dell’australiano Justin Kurzel, i cui interpreti saranno due pezzi da 90 come Fassbender e la Cotillard, “The Sea of Trees” di Gus Van Sant e l’outsider “Louder than bombs” del norvegese Joachim Trier (qualcuno ha detto Von Trier?).
La Francia punta molto su una giovane attrice Palma D’oro 2013 e miglior rivelazione 2014: Adèle Exarchopoulos, che sarà presente nel film “Les Anarchistes” di Elie Wajeman che aprirà la settimana della critica. Se c’è un momento per consacrarsi, per l’attrice de “La vita di Adele” questa è l’occasione perfetta.

jam-adèle-news
Stupiscici ancora Adèle

Abbiamo parlato della Exarchopoulos per introdurre un’altra caratteristica di questa edizione della croisette : sarà una manifestazione “al femminile”, a cominciare da Catherine Deneuve che aprirà il festival con “La tete haute” di Emmanuelle Bercot, che vedrà Isabelle Huppert con tre pellicole (“Louder than bombs”, “Valley of Love” e “Asphalte”), e che conta tra le tante presenze femminili Cate Blanchett (“Carol”) , Charlize Theron (“Mad Max:Fury Road”), Natalie Portman, Emma Stone, l’italiana Margherita Buy per il film “Mia madre” di Nanni Moretti ed il duo Salma Hayek e Rachel Weisz, presenti rispettivamente nelle pellicole di casa nostra “Il racconto dei racconti” e “La giovinezza”. Col film di Sorrentino arriverà anche sua maestà Jane Fonda, 81 anni e ancora tanto da insegnare alle sue giovani colleghe. A chiudere su quello che si appresta ad essere uno dei Festival di Cannes più promettenti degli ultimi anni due curiosità : il divieto ai selfie durante la manifestazione indetto da Thierry Frémaux, il direttore del Festival, e la solita pellicola scandalo, quella di Gaspar Noè, “Love”, che potrebbe sedersi accanto a titoli che trattano di sesso  come “Nymp()maniac” e “Shame” e farci dimenticare quell’ orrore di “50 sfumature di grigio” (per chi non l’avesse ancora dimenticato).

0001
Menage a troi per Noé

Tutti pronti insomma, lo spettacolo sta per incominciare, e sarà di certo un qualcosa che non vi deluderà.

Articolo precedenteMad Max 2: Road Warrior
Articolo successivoGone Girl- L’amore bugiardo
Il Biondo
Capo Redattore e Co-fondatore

Grande amante del cinema, e questo è scontato dirlo se sono qua :­) Appassionato da sempre del genere horror, di nicchia e non, e di film di vario genere con poca distribuzione, che molto spesso al contrario dei grandi blockbuster meriterebbero molto più spazio e considerazione; tutto ciò che proviene dalle multisale, nelle mie recensioni scordatevelo pure. Ma se amate quelle pellicole, italiane e non, che ogni anno riempono i festival di Berlino, Cannes, Venezia, Toronto, e dei festival minori, allora siete capitati nel posto giusto.

‘Rest..In..Peace’