Home recensioni drammatico Ben is back – La Recensione

Ben is back – La Recensione

Che Peter Hedges sia ormai affezionato a raccontare storie di ragazzi con problemi o dipendenze non è certo una novità.
Era stato così per Buon compleanno Mr. Grape, About a boy e Schegge di April.
E così è stato infatti per il suo ultimo film, Ben is back, che vede protagonisti Julia Roberts e suo figlio Lucas Hedges già candidato all’Oscar per Manchester by the sea.

Un film incentrato sul rapporto tra madre e figlio, quello tra Holly e suo figlio Ben.

Sebbene il ragazzo sia in comunità per superare la sua dipendenza dalle droghe, egli decide a sorpresa di tornare in famiglia per la Vigilia di Natale, provocando nella madre e nella sorella soprattutto un turbinio di emozioni contrastanti (felicità mista a dubbi e paure).
Già più di una volta il ragazzo era stato accolto e aveva avuto possibilità di reinserimento, tutte però sprecate.
A rendere il tutto più difficile, la diffidenza del nuovo compagno di Holly, Neil, che con lei ha avuto altri due figli.

Il regista Hedges ci regala una pellicola che copre un arco temporale di una sola giornata ma che è completamente intriso di emozioni e accadimenti.
I due protagonisti sono ovviamente Ben e sua madre, l’unica persona che forse non vuole rassegnarsi all’idea che il figlio non possa rimettersi in carreggiata.
Una donna disposta a tutto pur di dimostrare agli altri e a sè stessa che Ben può farcela.
La donna così diventerà per un giorno l’ombra del figlio, divisa nel difficile lavoro di dare fiducia al figlio senza mai perderlo però d’occhio (nemmeno in bagno) e sempre impegnata nel mantenere il giusto equilibrio tra le sue due famiglie.

Hedges ha costruito molto bene la pellicola.
Ottima la scelta del breve arco temporale che ben s’incastra con il tema trattato, e che ci fa realmente capire quanto non sia facile aiutare chi è affetto da dipendenze (ogni minuto viene pienamente vissuto nello stare vicino a persone così).
Chiaro ed emozionante è anche il punto di vista di Ben, pienamente consapevole della difficoltà del compito che gli spetta, quello di ripulirsi, e conscio che la fiducia delle altre persone è un qualcosa di molto difficile da riconquistare.

Tutta la pellicola gioca sul fatto se sia o meno la volta buona per Ben.
Cosa difficile da capire, perchè come dirà lui stesso a sua madre  Non ti devi fidare dei tossici perchè dicono sempre bugie.

L’amore incondizionato di una madre, la consapevolezza di un figlio di voler un futuro ma allo stesso tempo di sapere di essere un problema per sè stesso e per gli altri, sono solo due degli ingredienti che fanno di Ben is Back un film che vi emozionerà non poco e che sicuramente in questo fine anno va messo nella lista delle pellicole da vedere.

VOTI FINALI
voto:
Articolo precedenteIl Ritorno di Mary Poppins – La Recensione
Articolo successivoTop Movies 2018 – La classifica di JAMovie
Il Biondo
Capo Redattore e Co-fondatore

Grande amante del cinema, e questo è scontato dirlo se sono qua :­) Appassionato da sempre del genere horror, di nicchia e non, e di film di vario genere con poca distribuzione, che molto spesso al contrario dei grandi blockbuster meriterebbero molto più spazio e considerazione; tutto ciò che proviene dalle multisale, nelle mie recensioni scordatevelo pure. Ma se amate quelle pellicole, italiane e non, che ogni anno riempono i festival di Berlino, Cannes, Venezia, Toronto, e dei festival minori, allora siete capitati nel posto giusto.

‘Rest..In..Peace’