Home recensioni drammatico Anteprima: Io prima di Te

Anteprima: Io prima di Te

Louisa Clark vive nella campagna inglese. Quando viene licenziata come cameriera in un bar, trova lavoro come assistente di Will Traynor, un giovane e ricco banchiere paralizzato sulla sedia a rotelle a causa di un incidente. Dopo un periodo di diffidenza, la ragazza riuscirà a fargli apprezzare la vita.

Esce il primo Settembre nelle nostre sale “Io prima di te“, dramma sentimentale destinato a entrare nel cuore di tantissime persone di ogni età. Tratto dall’omonimo romanzo di Jojo Moyes, la quale ha firmato anche la sceneggiatura, il film è un’ emozionante, commovente, romantica, divertente storia d’amore.

Si ride tanto, ma si piange anche di più. Per una volta assistiamo a un film commerciale sviluppato in modo non banale, anche se la sinossi può far storcere il naso per il già visto. Viene data molta importanza alla psicologia dei personaggi portando lo spettatore ad amare questi due bellissimi personaggi che, opposti, si conoscono e piano piano si avvicinano smussando l’uno gli angoli dell’altro, innamorandosi. Questo è il vero amore, quello che ti cambia la vita, indimenticabile.

Gli intensi Emilia Clarke e Sam Claflin
Gli intensi Emilia Clarke e Sam Claflin

Io prima di te” non parla di disabilità, ma di amore. Gli innamorati e fidanzati proveranno empatia subito per loro e i single desidereranno di avere una storia simile. Cosa più interessante, che non accade spesso nei film del genere, crea degli interessanti spunti di riflessione: cosa avrei fatto a posto di Will? come mi sarei comportato se fossi stato Lou? Chi ha ragione? Domande che non possono trovare una semplice risposta!

Non è un film banale, superficiale, adolescenziale e dalla lacrima facile. Non ci sono archi che partono al momento propizio (a parte le due canzoni di Ed Sheeran messe quasi a presagire il fiume di lacrime), ma si piange per la situazione molto reale. I personaggi sono maturi e la storia si sviluppa con altrettanta maturità e profondità senza tanto miele. Si ride, ma le battute non sono messe per essere cool à la “Colpa delle stelle“.

Il cast recita in modo così spontaneo e sincero che fa immergere facilmente il pubblico nelle vicende non solo di Lou e William, ma anche dei genitori Traynor. Sam Claflin si conferma uno dei più promettenti attori inglesi in circolazione in un’interpretazione intensa, delicata e tra le righe. Ruolo per niente facile che gestisce in modo impeccabile! Emilia Clarke dimostra di non essere solo la Daenerys di “Il trono di spade” dando tutte le mille sfaccettature alla sbadata, affettuosa, divertente e sopra le righe Lou non diventando mai una caricatura. Insieme hanno un’alchimia perfetta formando una delle coppie romantiche più belle degli ultimi dieci anni, minimo, del genere.

Charles Dance con Janet McTeer
Charles Dance con Janet McTeer

Eccellenti Charles Dance e Janet McTeer nei panni dei genitori di Will ed è un piacere vedere Matthew Lewis dopo la saga di “Harry Potter” in un ruolo ben lontano dal suo Neville Paciock. La regia di Thea Sharrock è molto attenta, al servizio degli attori. Si vede chiaramente la provenienza, e grande esperienza teatrale, della regista, che nel 2001, a 24 anni, è stata il direttore artistico più giovane nella storia del teatro inglese.

Se devo trovare un difetto posso dire uso della colonna sonora. Troppe canzoni e poca orchestra con un risultato da film adolescenziale, che in realtà non è.

Concludendo, si ride tanto e si piange come non mai in questo bellissimo film emozionante, toccante, divertente, commovente, maturo, recitato in modo ottimo.

VOTI FINALI
voto
Articolo precedenteDrag me to hell – uno degli horror più importanti degli ultimi anni?
Articolo successivoE’ online il teaser trailer di “LION” di Davide Melini!
GianDrewe
Redattore e Co-fondatore

Attore, cantante lirico, insegnante e... cinefilo! Amo il cinema in ogni suo genere con un'adorazione particolare per il cinema europeo specialmente britannico, visto che sono un sostenitore della scuola inglese. Molto spesso dalla parte opposta dei blockbuster e sulla strada degli indie e del cinema d’autore non solo di oggi... Pochi effetti speciali e molte emozioni!