Home EVENTONE Animali fantastici: I crimini di Grindelwald – La recensione

Animali fantastici: I crimini di Grindelwald – La recensione

Un gruppo di persone inizia a unirsi al temibile mago Gellert Grindelwald il quale vuole far ribellare i suoi simili contro i babbani. Nel frattempo Newt Scamander deve trovare Credence, fuggito alla fine del primo episodio.

Torna l’Universo di Harry Potter, così tanto amato e atteso da piccoli e grandi. “Animali fantastici: I crimini di Grindelwald” è il secondo capitolo di questa serie spin-off, un capitolo più calmo del precedente dove vengono presentati nuovi personaggi a discapito di quelli già visti.

Troviamo meno animali, ma utilizzati benissimo, e più rapporti umani e maturi.

Jude Law è Albus Silente.. Che bello tornare a Hogwarts!

Il film inizia alla grande con un ottimo prologo, poi andando avanti il regista David Yates sembra poco ispirato con riprese insipide, tra cui primi piani freddi. Fortunatamente poi recupera e torna ad appassionare fino alla fine.

Anche se a corrente alterna “Animali fantastici: I crimini di Grindelwald” è un film bellissimo, molto spesso intelligente e potente.

Per carità, qualche storyline dei protagonisti che già conosciamo viene trattata in modo superficiale, ma non pesa visto che dall’altra parte troviamo bellissimi personaggi nuovi come Leta Lestrange (bravissima e ipnotica Zoe Kravitz) e Gellert Grindelwald, interpretato da un ritrovato Johnny Depp nella sua migliore performance dai tempi di “Sweeney Todd”. Impeccabile e decisamente affascinante l’Albus Silente di Jude Law. Degna di nota anche la bellissima Claudia Kim nei panni di Nagini.

Zoe Kravitz è Leta Lestrange

La sceneggiatura di J.K. Rowling,anche se rischia di essere macchinosa negli intrecci, funziona: divertente, profonda, appassionante ed emozionante. Il monologo dell’antagonista è una meraviglia di scrittura, una potenza e intelligenza da non sottovalutare.

Come accennato sopra David Yates, al suo sesto film come regista della saga potteriana, non brilla sempre ma sa riprendersi in una seconda parte incalzante e interessante. Bellissime le sequenze a Hogwarts e l’ultima parte.

Poco da dire, poco da fare: l’Universo di Harry Potter è unico e meraviglioso. Per tutte le età, ma mai infantile e banale. Gran merito della Rowling che ha ancora molto da dire e sa come tenere in pugno i suoi fans. Non si è mai sazi di questo Mondo!

Il cast è buono e, oltre alle new entry citate precedentemente, si confermano piacevolissimi Eddie Redmayne (anche se a tratti sembra tornare a interpretare Hawking), Katherine Waterston, Dan Fogler (gran mattatore) e Alison Sudol, graziosissima che ricorda vagamente Cameron Diaz. Impeccabile Ezra Miller nei panni di Credence. Discutibile il trucco troppo posticcio di Brontis Jodorowsky come Nicolas Flamel.

Johnny Depp è Gellert Grindelwald

Bellissima come sempre la colonna sonora e notevoli i costumi anche se non incisivi come il precedente episodio.

Anche coi suoi innegabili difetti “Animali fantastici: I crimini di Grindelwald” è un bellissimo film che fa il suo lavoro: intrattiene, diverte, emoziona, fa riflettere. Ora non ci resta che attendere il prossimo capitolo, curiosi di sapere i vari sviluppi.

VOTI FINALI
voto
Articolo precedenteVisitor Q (2001)
Articolo successivoIl Cliente – Arthur Miller a Teheran
GianDrewe
Redattore e Co-fondatore

Attore, cantante lirico, insegnante e... cinefilo! Amo il cinema in ogni suo genere con un'adorazione particolare per il cinema europeo specialmente britannico, visto che sono un sostenitore della scuola inglese. Molto spesso dalla parte opposta dei blockbuster e sulla strada degli indie e del cinema d’autore non solo di oggi... Pochi effetti speciali e molte emozioni!