Home Rubriche Horror Angelika – di Federico Greco (2014)

Angelika – di Federico Greco (2014)

Di pellicole che potremmo definire “Revenge Movie” la cinematografia è piena. Hanno cominciato gli americani, con la povera Jennifer  per esempio, e a ruota sono stati seguiti dall’Italia, grazie a Deodato (“La casa sperduta nel parco”), o per esempio dall’estremo oriente con la “Trilogia della vendetta”, e così via.
E proprio il bel paese che da un po’ non toccava questo tasto ripropone una pellicola, un corto questa volta, sullo stesso tema. La vendetta di una donna, a cui hanno portato via la persona sbagliata, per farle qualcosa di ancora più sbagliato, e crudele.
In sintesi, e senza svelare altro di più, è questo il plot di “Angelika” , cortometraggio un po’ horror, un po’ thriller e un po’ noir, diretto da Federico Greco e con una Crisula Stafida a cui basta solo lo sguardo per far capire le proprie intenzioni.
Il tema trattato che è poi quello che porterà la Stafida, nei panni di Angelika all’agire, è molto delicato, e a fargli da sfondo c’è una metropoli buia e grigia, che nulla di positivo sembra poter offrire.
Un corto che sicuramente potrebbe benissimo tramutarsi in lungometraggio, perchè gli sviluppi della storia lo permetterebbero tranquillamente. O che addirittura potrebbe dar vita ad una bella Serie Tv, ma come è solito dire “Non è sempre Domenica”, e qui non siamo dallo Zio Sam, dove sulle Serie Tv (quelle valide), si sta puntando molto.

01
Non fatela arrabbiare

Buona la fotografia, il plot centrale si snocciola bene nonostante il minutaggio ridotto, dicendo tutto, senza troppa fretta, e magari invogliandoci ad aspettare un lungometraggio che questa pellicola meriterebbe di sicuro.
Azzeccata la scelta del titolo, in forte contrasto con la storia raccontata e l’ambiente in cui si svolge, e da segnalare le interpretazioni degli attori, sia secondari ( tra cui troviamo G-Max, già conosciuto nei Flaminio Maphia e ), che principali, dove alla Stafida calza a pennello il personaggio dell’eroina noir Angelika.
La ragazza, attrice più che emergente oramai nel panorama cinematografico italiano, dimostra di sapersi muovere bene nel mondo del thriller/horror, come già abbiamo visto in pellicole come “Tulpa” di Federico Zampaglione, ed in un altro bel mediometraggio diretto da Lucas Pavetto, “Il marito perfetto”, che la vedeva sempre in un ruolo di primo piano.
Il ritmo aiutato anche dal minutaggio non si prende pause e nonostante un paio di dialoghi forse poco incisivi rispetto al delicato tema trattato, “Angelika” merita sicuramente la vostra attenzione.

Articolo precedenteCamp X-Ray – di Peter Sattler (2014) (Inedito)
Articolo successivoVenezia 2015 – L’Italia cala il poker
Il Biondo
Capo Redattore e Co-fondatore

Grande amante del cinema, e questo è scontato dirlo se sono qua :­) Appassionato da sempre del genere horror, di nicchia e non, e di film di vario genere con poca distribuzione, che molto spesso al contrario dei grandi blockbuster meriterebbero molto più spazio e considerazione; tutto ciò che proviene dalle multisale, nelle mie recensioni scordatevelo pure. Ma se amate quelle pellicole, italiane e non, che ogni anno riempono i festival di Berlino, Cannes, Venezia, Toronto, e dei festival minori, allora siete capitati nel posto giusto.

‘Rest..In..Peace’