Home news After Life: Netflix vuole chiedere uno special natalizio a Ricky Gervais

After Life: Netflix vuole chiedere uno special natalizio a Ricky Gervais

Secondo The Sun l’attore Ricky Gervais sarebbe in trattative con Netflix per realizzare uno speciale natalizio di After Life.
La serie da lui creata è giunta attualmente alla seconda stagione.

Secondo una fonte citata dal tabloid, dopo aver siglato un accordo da 5 milioni di sterline per scrivere la terza stagione della serie in cui interpreta il reporter locale Tony Johnson (che arriverà nel 2021), questo mese Gervais dovrebbe incontrare i dirigenti di Netflix per discutere di un episodio speciale da trasmettere durante le vacanze di Natale.

Rick è un grande asset per Netflix, qualsiasi cosa scriva si tramuta in oro spiega la fonte del sito.
La terza stagione non arriverà prima del 2021 e quindi hanno fissato un incontro con Ricky per convincerlo a realizzare uno speciale natalizio.
Sarebbe un episodio autonomo, possibilmente di un’ora.
L’unico problema attuale è la pandemia, ma il fatto che serie come Coronation Street ed EastEnders siano già tornate sul set lascia ben sperare
.

Gervais è creatore, sceneggiatore, regista e protagonista di After Life.
La seconda stagione della serie è arrivata, con i suoi sei episodi, lo scorso 24 Aprile su Netflix.
Ambientata nella piccola città di Tambury, la dramedy narra le vicende di Tony (Ricky Gervais), un giornalista del giornale locale la cui vita è stata sconvolta dalla morte della moglie.
Nei 6 nuovi episodi Tony, nonostante stia ancora soffrendo per la perdita della moglie, cerca di stringere amicizia con le persone che lo circondano.
I problemi degli abitanti della città aumentano con la minaccia dell’incombente chiusura del giornale locale.

Articolo precedenteWoody Allen ha scritto un nuovo film, ma potrebbe decidere di ritirarsi
Articolo successivoAlice e il sindaco: la rinascita della sinistra francese secondo Nicolas Pariser
Il Biondo
Capo Redattore e Co-fondatore

Grande amante del cinema, e questo è scontato dirlo se sono qua :­) Appassionato da sempre del genere horror, di nicchia e non, e di film di vario genere con poca distribuzione, che molto spesso al contrario dei grandi blockbuster meriterebbero molto più spazio e considerazione; tutto ciò che proviene dalle multisale, nelle mie recensioni scordatevelo pure. Ma se amate quelle pellicole, italiane e non, che ogni anno riempono i festival di Berlino, Cannes, Venezia, Toronto, e dei festival minori, allora siete capitati nel posto giusto.

‘Rest..In..Peace’